L'uso di carbone attivo nell'avvelenamento

активированный уголь Il carbone attivo è un farmaco appartenente al gruppo dei sorbenti. Una delle aree del suo utilizzo è il trattamento dell'avvelenamento neutralizzando le tossine nel tratto digestivo e nel sangue. Dettagli avanti.

Proprietà fisico-chimiche del carbone attivo

  1. Il carbone attivo è insolubile in acqua e altri solventi, non ha sapore e odore.
  2. La sua base è rappresentata da una struttura porosa. La dimensione dei pori è proporzionale alla capacità di assorbimento del farmaco. Poiché la reazione avviene sulla superficie della sostanza e a causa dei pori, quest'area è più grande rispetto a una superficie piana.
  3. Proprietà adsorbente - misurata usando l'indice di iodio, che è calcolato dalla quantità di iodio adsorbita sulla superficie del carbone attivo.
  4. Resistenza alle influenze esterne.
  5. La dipendenza della velocità di adsorbimento dalle dimensioni dei granuli della sostanza.
  6. Disponibile in forma di pillola e polvere.

L'uso di carbone attivo per l'avvelenamento

применение активированного угля Il carbone attivo è un antidoto multifunzionale. L'essenza dell'azione del carbone in caso di avvelenamento risiede nel suo ostacolo all'assorbimento di sostanze tossiche dal tratto gastrointestinale e, quindi, nella loro neutralizzazione. Ha anche la capacità di ridurre la sindrome da diarrea. È anche usato nell'emoorbimento per rimuovere le tossine dal sangue.

Dal momento che il carbone attivo non possiede selettività di azione, la neutralizzazione del veleno nel sangue è aspecifica (non-selettivo).

L'uso del carbone nelle diverse fasi dell'assistenza

Esiste un algoritmo generale per il trattamento dell'avvelenamento. Il sorbente di carbone viene utilizzato nella prima fase, quando è necessario prevenire l'assorbimento del veleno che è entrato nello stomaco, cosa che fa. A questo proposito, è comodo da usare, dal momento che può essere avviato nella fase di assistenza pre-medica.

In futuro, durante il trattamento in ospedale, è usato nell'emoorbimento su ciò che è già stato detto.

In caso di intossicazione risultante dall'esposizione della sostanza velenosa alle vie respiratorie o direttamente nel sangue bypassando il tratto gastrointestinale (ad esempio, con un sovradosaggio di farmaci per via endovenosa), il farmaco non è efficace nella fase iniziale di cura, poiché non viene assorbito nel sistema digestivo.

È importante ricordare che il carbone attivo in caso di avvelenamento da acidi, alcali, alcol e suoi surrogati è meno efficace.

L'influenza di alcuni fattori sull'effetto del carbone attivo

боль в животе L'effetto del carbone attivo nell'intossicazione alimentare dipende dalla quantità di contenuto nello stomaco al momento dell'assunzione del medicinale. Se lo stomaco era pieno, la dose dovrebbe essere più alta.

Il farmaco, pur riducendo la sua concentrazione nel sistema digestivo, è in grado di desorbire, cioè di rilasciare il "prigioniero" catturato, quindi è importante prenderlo più volte al giorno.

Caratteristiche dell'uso del carbone attivo

  1. A volte utilizzare l'aggiunta di carbone durante il lavaggio dello stomaco.
  2. Va notato che l'uso di carbone attivo con vomito, che è indomabile, non ha senso fino all'arrivo dei medici. Dal momento che il paziente non può semplicemente ingerirlo.
  3. Una squadra di ambulanze che arriva può lavare lo stomaco e iniettare il farmaco attraverso una sonda con vomito in dosaggi fino a 15 g. Se si assume la ricetta della compressa, si ottengono 2 compresse da 500 mg per kg al giorno. Pertanto, per una persona che pesa 70 kg in caso di avvelenamento, vengono prescritte 140 compresse al giorno, se divise in 4 dosi, si ottengono circa 30 compresse per 1 volta.
  4. промывание желудка In futuro, la ricezione di carbone attivo in caso di avvelenamento viene ripetuta 3-4 volte al giorno, per diversi giorni. La durata dell'appuntamento è determinata dal medico in ogni caso. Ciò è dovuto al fatto che in parte può rientrare nel tratto digestivo con la bile. Pertanto, di solito si verifica in caso di avvelenamento con farmaci (ad esempio ipnotici o glicosidi cardiaci) che, quando entrano nel sangue, si legano alle proteine ​​e possono circolare nel corpo per un lungo periodo, creando il cosiddetto effetto di cumulo. Questa è la capacità del farmaco di accumularsi nel sangue.

Le statistiche mostrano che l'appello medio per le cure mediche in caso di avvelenamento si verifica dopo poche ore o addirittura giorni. Pertanto, si ritiene che se è trascorso molto tempo dopo l'avvelenamento, allora non ha senso prendere il carbone attivo. Questo parere confuta lo studio, durante il quale è stata condotta un'analisi dei contenuti gastrici delle persone morte per avvelenamento. In tutti i casi, la presenza di una sostanza velenosa nel tratto digestivo delle vittime è stata confermata 2-3 giorni dopo l'ingestione di una sostanza tossica. La ragione di questo fatto è la capacità di accumulare veleni, il cui meccanismo è già stato detto.

L'uso di carbone attivo durante la gravidanza

лекарства при беременности È possibile che le donne in gravidanza attivino il carbone in caso di avvelenamento?

Il farmaco non ha un effetto negativo sul feto, quindi, in assenza di una reazione allergica al carbone, viene utilizzato durante la gravidanza.

Controindicazioni

  1. L'uso di carbone attivo nell'avvelenamento è inaccettabile se c'è una reazione allergica al farmaco. In questo caso, viene sostituito da un analogo.
  2. Anche l'ulcera peptica è una controindicazione. Apparentemente, questo è dovuto alla possibilità che il carbone provochi una esacerbazione della malattia.
  3. Quando sanguina dal tratto gastrointestinale - come il farmaco può "nascondere" il vero stato delle cose e il medico durante l'esame di un tale paziente ha il rischio di perdere un rischio.

Carbone bianco

белый уголь Si ritiene che qualsiasi carbone sia buono per l'avvelenamento, e alcuni sostituiscono il carbone attivo con il bianco. Analizzeremo questa domanda.

Il carbone bianco viene prodotto sulla base del biossido di silicio, che ha una buona capacità di assorbimento e cellulosa microcristallina. Quest'ultimo migliora la digestione, la peristalsi intestinale. Il farmaco ha un numero di proprietà utili.

È solubile in acqua, quindi è più conveniente quando si lava lo stomaco e ha una capacità di adsorbimento di 2-2,5 volte superiore rispetto al carbone attivo. Di conseguenza, la dose necessaria per lo smaltimento delle tossine sarà 2-2,5 volte meno e, a differenza del carbone attivo, non causa stitichezza.

Le controindicazioni sono le stesse più il carbone bianco per l'avvelenamento non è raccomandato per le donne incinte e durante l'allattamento.

La dose giornaliera media di un analogo commerciale di carbone bianco è Polysorb MP, per gli adulti è da 6 a 12 cucchiaini di polvere con uno scivolo, il massimo è di 20 cucchiai con uno scivolo.

Tuttavia, nei moderni algoritmi per fornire aiuti di emergenza per il 2013 non vi è alcuna indicazione sul carbone bianco. E, più precisamente, in primo luogo rimane carbone attivo, nel secondo - tutti gli altri assorbenti.

Il carbone attivo è un componente essenziale di un kit di pronto soccorso ed è un rimedio provato per l'avvelenamento.

caricamento in corso ...