Avvelenamento da ossigeno

гипероксия L'ossigeno è un elemento indispensabile per il mantenimento della vita sulla Terra. Il suo contenuto ottimale nell'aria inalata per l'uomo è del 20-21%. Miscele di ossigeno con un maggiore contenuto di esso vengono utilizzate per mantenere la funzione di respirazione quando sono immerse nell'acqua, in presenza di aria rarefatta e spazio esterno. In medicina, l'ossigenoterapia viene utilizzata per trattare un certo numero di malattie.

Per qualsiasi organismo vivente, sia un difetto che un eccesso di ossigeno sono pericolosi. Cos'è l'iperossia, in quali condizioni si sviluppa la malattia e quanto è pericolosa per l'uomo?

Cos'è l'iperossia

Iperossia è un complesso di reazioni patologiche che si sviluppa nel corpo con un'assunzione di ossigeno in eccesso. La malattia si verifica quando l'uso improprio di miscele respiratorie quando viene immerso in profondità (avvelenamento da ossigeno in immersione), nell'aviazione e nell'astronautica, nel trattamento dell'ossigeno (ossigenazione iperbarica).

гипероксия что это

Fattori che aggravano il decorso della malattia:

  • surriscaldamento o sottoraffreddamento;
  • attività fisica;
  • sensibilità individuale;
  • il contenuto di gas nocivi nella miscela respiratoria, compreso il biossido di carbonio;
  • accumulo di anidride carbonica nel corpo.

Avvelenamento da ossigeno, probabilmente dovuto all'uso di respiratori rigenerativi, dall'uso improprio della camera a pressione durante la decompressione.

Con una leggera sovrasaturazione dei tessuti con ossigeno, si può sviluppare l'intossicazione da ossigeno, che è accompagnata da:

  • симптомы гипероксии vertigini;
  • opacità della coscienza;
  • velo davanti agli occhi;
  • rumore nelle orecchie.

Esiste una condizione simile nell'iperventilazione dei polmoni (respiri profondi forzati ed esalazioni) o un insolito aumento del contenuto di ossigeno nell'aria atmosferica, ad esempio tra i residenti urbani quando lasciano la città. Negli atleti, una situazione simile può verificarsi con un alto sforzo fisico simultaneamente alla respirazione profonda.

Segni di iperossia

Quando una quantità eccessiva di ossigeno entra nel sangue, all'inizio si sviluppano normali reazioni compensatorie:

  • rallentamento della respirazione;
  • restringimento dei vasi del cervello e dei polmoni;
  • diminuzione della frequenza cardiaca;
  • una diminuzione del volume di sangue circolante.

Successivamente, compaiono processi patologici, che si manifestano nella violazione del trasporto di gas da parte del sangue e dell'ossidazione delle membrane cellulari.

Normalmente, il sangue dei polmoni trasporta l'ossigeno, di ritorno dai tessuti, l'anidride carbonica. Sovrabbondanza di ossigeno porta al suo legame con l'emoglobina, e per rimuovere l'emoglobina libera da anidride carbonica non è sufficiente. Pertanto, i tessuti sono avvelenati con anidride carbonica. È mostrato dai seguenti segni:

  • признаки гипероксии
    costrizione di vasi cerebrali

    mal di testa;

  • mancanza di respiro;
  • arrossamento del viso;
  • convulsioni;
  • perdita di coscienza.

Il secondo meccanismo patologico dell'avvelenamento da ossigeno è associato alla distruzione delle membrane cellulari. Normalmente, l'ossigeno è completamente ossidato nei tessuti, e con il suo eccesso ci sono molti prodotti sotto-ossidati - i radicali liberi, che iniziano a interagire principalmente con i lipidi delle membrane cellulari. Inizia un processo a cascata, che può continuare anche dopo la normalizzazione del livello di ossigeno nei tessuti.

Sintomi di avvelenamento da ossigeno

L'intossicazione con l'ossigeno appare istantaneamente, cioè il periodo latente è assente. Sovrabbondanza di ossigeno nel corpo porta alla comparsa dei seguenti sintomi:

  • последствия кислородного голодания
    visione offuscata

    le convulsioni possono essere l'unico segno - una conseguenza dell'avvelenamento rapido del sistema nervoso centrale con un alto contenuto di ossigeno;

  • I primi sintomi di avvelenamento sono più spesso intorpidimento delle dita o formicolio in loro, spasmi dei muscoli del viso, tremito delle labbra;
  • nausea e vomito periodici;
  • visione alterata, fino alla cecità;
  • ansia, ansia, irritabilità, confusione;
  • rumore nelle orecchie, a volte pulsante, o simile al suono di una campana;
  • vertigini, alterata coordinazione dei movimenti.

I sintomi della malattia dipendono dalla sua forma.

Forme di avvelenamento da ossigeno

A seconda della prevalenza di questi o di altri sintomi nell'avvelenamento con l'ossigeno, si distinguono tre forme del decorso della malattia.

  1. La forma polmonare. In questa forma, le vie respiratorie e i polmoni sono maggiormente colpiti. Caratterizzato da edema e irritazione della mucosa, tosse, bruciore dietro lo sterno. Con l'aumento dei sintomi, le emorragie si sviluppano negli organi interni, nel cervello e nel midollo spinale, atelettasia (collasso) dei polmoni. È possibile una respirazione prolungata con una miscela con una bassa pressione parziale di ossigeno di 1,3-1,6 bar (ad esempio, una discesa fino a una profondità di 18 metri). La velocità di reazione è proporzionale alla pressione parziale e al tempo di inalazione della miscela. Pertanto, a una pressione parziale di ossigeno di 1 bar, l'iperossia nell'uomo si verifica dopo 6 ore e a 2,5 bar dopo 3 ore.Se le cause vengono eliminate, i sintomi scompaiono dopo 2-4 ore, infine l'organismo viene ripristinato in 2-4 giorni.
  2. симптомы кислородного голодания
    perdita dell'udito

    Forma convulsa Si sviluppano disturbi dell'udito e della vista, irritabilità, formicolio e spasmi muscolari. Con la crescita di iperossia, ci sono frequenti convulsioni convulsive come le crisi epilettiche. Sott'acqua, il rischio di affogare è alto. La forma convulsa è tipica dell'avvelenamento con ossigeno puro o miscele con una pressione parziale di 2-3 bar. Quando si eliminano le cause di iperossia, si verifica un sonno dopo le convulsioni, che può durare parecchie ore. Dopo un attacco, non ci sono effetti collaterali.

  3. Forma vascolare Si sviluppa ad una pressione parziale di oltre tre bar. Caratterizzato da un forte calo della pressione sanguigna, numerose emorragie nella pelle e nelle mucose, arresto dell'attività cardiaca.

A una pressione parziale di 5 bar, l'iperossia si sviluppa rapidamente, si ha perdita istantanea di coscienza e si verifica la morte.

Nella pratica subacquea, è possibile affrontare forme polmonari e convulsive di iperossia, nonché il loro corso misto.

Primo soccorso

Il primo aiuto è eliminare l'eccesso di ossigeno:

  • помощь при кислородном голодании ridurre la profondità di discesa e fermarsi;
  • In caso di incoscienza, porta la vittima ai sensi (i sub esperti usano a tale scopo un forte flusso di ossigeno, il cui flusso trattiene il respiro in modo riflessivo);
  • nella camera passare a miscela o aria respirata dall'ossigeno;
  • con i crampi proteggersi dal danno, ma non aggiustarlo;
  • effettuare la decompressione a convulsioni è impossibile;
  • durante il giorno, riposare a letto in una stanza buia e buia con una buona ventilazione.

Nei casi più gravi, l'avvelenamento da ossigeno può richiedere un intervento medico.

trattamento

Il trattamento è determinato da un medico in base alla natura dell'iperossia.

  1. помощь при кислородном голодании Quando la forma polmonare impone lacci emostatici venosi agli arti, drenare la schiuma dai polmoni, trattare l'acidosi, applicare diuretici.
  2. Per la rimozione di convulsioni, per via endovenosa, "Aminazina", "Seduxen" o "Dimedrol".
  3. Se ci sono indicazioni appropriate, - prescrivere fondi per ripristinare l'attività cardiaca, stimolando la respirazione e l'anestesia.

Per prevenire la polmonite, può essere prescritto un antibiotico.

prevenzione

La prevenzione dell'iperossia deve essere conforme alle regole per l'uso di miscele di ossigeno e l'uso di autorespiratori:

  • профилактика кислородного голодания Non superare la profondità di immersione consentita;
  • Non superare il tempo di permanenza consentito in profondità;
  • quando si usano miscele con diverso contenuto di ossigeno, osservare rigorosamente la marcatura dei cilindri e l'ordine del loro utilizzo;
  • osservare il tempo trascorso nella camera di decompressione;
  • Quando si esegue la decompressione con ossigeno puro, il tempo di respirazione non deve superare 3-3,5 ore;
  • controllare regolarmente l'integrità tecnica dell'apparato rigenerativo.

Riassumiamo. L'iperossia è una reazione patologica che si sviluppa con un eccesso di ossigeno nel corpo. La malattia si sviluppa quando si respira con ossigeno puro o le sue miscele. In pratica, i subacquei, i piloti e gli astronauti soffrono spesso della manifestazione di sintomi di iperossia. Inoltre, possibilmente, lo sviluppo della malattia nei pazienti sottoposti a trattamento nella camera di pressione.

Segni di avvelenamento da ossigeno - vertigini, visione offuscata, formicolio alle dita delle mani e dei piedi, labbra tremanti. In futuro si svilupperanno convulsioni o violazioni nel sistema respiratorio. Con la tempestiva eliminazione dell'eccesso di ossigeno, i sintomi si manifestano in poche ore e il corpo recupera completamente in pochi giorni. Nei casi più gravi, la vittima ha bisogno di cure mediche.

Caricamento in corso ...