Veleno per topi: una dose letale per l'uomo, i sintomi e gli effetti dell'avvelenamento

крысы и мыши Ratti e topi sono gli eterni compagni dell'uomo. Per combatterli, è meglio usare metodi biologici: prendere o spaventare, tenere gatti e altri topi animali in casa. Tuttavia, con una popolazione di grandi dimensioni, è necessario l'uso di mezzi più radicali, vale a dire veleni per topi. Il loro uso deve essere effettuato nel rispetto delle norme di sicurezza, nonostante il fatto che l'avvelenamento di una persona con veleno per topi non avvenga così spesso.

Una persona che non è associata alla produzione di droghe ed esche per roditori è molto più probabile che diventi vittima di infezioni alimentari nel ristorante più vicino. Eppure ci sono casi di ingestione di veleni per uccidere i roditori. Come accade, qual è la dose letale e cosa fare in tali situazioni? Scopriamolo.

Quando è possibile l'avvelenamento umano con veleno per topi

отравление крысиным ядом In Russia, casi mortali in caso di avvelenamento con esche contro roditori non sono stati registrati negli ultimi decenni. Secondo notizie di stampa, avvelenamento da gruppo di bambini si è verificato nel 2007 e nel 2011. In tutti i casi, i bambini hanno ricevuto cure mediche tempestive, piccoli pazienti completamente recuperati. Così, nel 2007, 15 bambini di 3-4 anni sono stati avvelenati a Vladimir. Lasciati incustoditi, mangiavano piselli con veleno per topi. Nel 2011, l'avvelenamento di gruppo degli scolari di 6-11 anni è stato registrato nella regione di Tyumen. Anche i bambini mangiavano semi in salamoia. Ci sono rapporti che il bambino di fronte ai suoi genitori ha morso o inghiottito pillole dai roditori.

Può un uomo morire per veleno per topi? In Cina nel 2002-2011 sono stati ripetutamente registrati casi di avvelenamento intenzionale con veleno per topi vietati in vendita. Gli aggressori lo hanno versato nel cibo. Anche noti casi di avvelenamento quando si mangia shish kebab (presumibilmente dalla carne di ratti morti e volpi). In alcuni casi, circa il 10% del numero di persone colpite è morto.

Il grado di danno al corpo e la possibilità di morte in primo luogo dipende da quale sostanza è contenuta nell'esca.

Tipi di veleno per topi e il suo effetto sul corpo umano

Il veleno per topi è chiamato "rodenticida" - è un mezzo per la distruzione dei roditori. Appartiene al gruppo di pesticidi ed è ampiamente usato nell'agricoltura e nella vita di tutti i giorni. Esistono diversi tipi di rodenticidi che differiscono negli effetti del veleno per topi sugli animali, inclusi gli umani.

  1. крысид Il ratto (naftiltiocarbammide) e il fosfuro di zinco sono attualmente in uso limitato a causa della loro elevata tossicità. Appartengono ai mezzi di azione acuta e causano il 100% di morte dei roditori entro poche ore dopo aver mangiato l'esca. Applicare sotto stretto controllo in aree in cui altri veleni non sono più validi.
  2. Veleni obsoleti vietati per l'uso: arsenico e composti di piombo, solfato di tallio, fosforo giallo o bianco, stricnina.
  3. Quasi tutti i prodotti anti-ratti e di topo disponibili in commercio contengono cumarina di zoo. Queste sono sostanze che violano la coagulazione del sangue. Come risultato di mangiare tali veleni, i roditori muoiono per sanguinamento interno. Anticoagulanti di prima generazione: Warfarin (Zoocoumarin), Ratindan, Izoindan, Ethylphenacin e altri. Non si accumulano nel corpo, agiscono lentamente e vengono espulsi dai reni entro 3-4 giorni. Alcune popolazioni di roditori nel tempo sviluppano resistenza agli anticoagulanti di questo gruppo. Pertanto, sono stati inventati farmaci più potenti. Gli anticoagulanti di seconda generazione sono più tossici, agiscono più rapidamente e si accumulano nel corpo, cioè hanno un effetto cumulativo (cumulativo). Questo gruppo comprende: Brodifacoum, Bromadiolone, Flocoumafen, Difenacum e altri.

Quando viene consumato nel veleno per topi, la dose letale per una persona dipende dal principio attivo e dallo stato di salute, in particolare dal fegato. È il fegato che sintetizza i fattori necessari per la normale coagulazione del sangue. E i veleni anticoagulanti distruggono queste sostanze. Per il warfarin, la dose letale (LD50) è di 60 mg / kg di peso corporeo e per il bromadiolone è di 300 mg / kg.

варфарин Prendere accidentalmente una grande quantità di veleno per topi è difficile. Per ottenere una dose letale sarà necessario ripetere l'ingestione di anticoagulanti nel corpo. I ratti, per morire, devono mangiare l'esca per una settimana. Inoltre, nella forma finale di veleno per topi contiene, di norma, dallo 0,1 al 2% della sostanza attiva. Per preparare l'esca, la preparazione è mescolata con cereali, carne macinata o altro cibo che è attraente per i roditori. Il veleno per topi, che contiene zookumarins, contiene circa il 2-3% del farmaco nella miscela pronta all'uso, che, in caso di veleno puro, è in media dello 0,02%. Quindi, se un adulto ha bisogno di mangiare 3-4 grammi di veleno puro per la morte, allora in termini di forma di vendita sarà di circa 150 grammi. In bricchette morbide - le compresse dei ratti, così popolari oggi, contengono lo 0,005% di veleno. Anche un bambino ha bisogno di ingoiare un pezzo piuttosto grosso per ottenere un avvelenamento serio.

Va notato che alcuni veleni da ratti possono penetrare nella pelle. Coloro che stanno lavorando alla preparazione delle esche dovrebbero osservare le precauzioni.

Sintomi di avvelenamento con veleno per topi negli esseri umani

слабось оргнизма Quando una persona è avvelenata con veleno per topi, i sintomi non si sviluppano immediatamente, ma 3-4 giorni dopo che il veleno entra nel corpo. La malattia è caratterizzata da un decorso cronico. In rari casi, a causa dell'assunzione di una grande dose di un potente farmaco, forse, lo sviluppo di segni di alterata coagulazione del sangue dopo 12-24 ore.

A vittime è annotato:

  • la debolezza;
  • nausea, perdita di appetito;
  • mal di testa;
  • pallore;
  • la comparsa di gengive sanguinanti, emorragie sulle mucose;
  • meno frequentemente, i sintomi di avvelenamento da veleno per topi negli esseri umani si manifestano con diarrea, mescolanza di sangue nelle masse fecali, sangue dal naso, dolore all'addome e macchie di sangue sul corpo.

Primo soccorso per l'avvelenamento umano con veleno per topi

In caso di veleno accidentale nello stomaco dovrebbe:

  • обильное питье indurre il vomito;
  • bere 3 litri di liquido;
  • prendere carbone attivo;
  • bere lassativo salino.

Se il veleno per topi viene a contatto con la pelle umana, lavarlo via con acqua tiepida e sapone; sulle mucose degli occhi e della bocca - risciacquare abbondantemente con acqua corrente.

A seconda della dose ricevuta dalla vittima e di come agisce il veleno per topi sulla persona, può rendersi necessario il ricovero in ospedale. Il trattamento ospedaliero si basa sull'introduzione entro 15-30 giorni di un antidoto - vitamina K1 (Fitmenadione) e terapia di mantenimento: epatoprotettori, diuresi forzata. Nei casi più gravi, possono essere necessarie trasfusioni di plasma sanguigno per sostituire rapidamente il fattore di coagulazione. Il recupero viene monitorato esaminando l'indice di protrombina, un indicatore di laboratorio per valutare la coagulazione del sangue.

Conseguenze dell'avvelenamento umano con veleno per topi

кровоизлияние Nel caso di avvelenare una persona con veleno per topi, le conseguenze possono essere remote. Pertanto, è necessaria una richiesta tempestiva di assistenza medica. Il medico eseguirà i test di laboratorio necessari e prescriverà un trattamento. Anche con una lieve lesione, sarà necessaria un'assunzione a lungo termine di vitamina K. Altrimenti, sarà difficile per il fegato ripristinare la normale coagulazione del sangue, sono possibili varie manifestazioni della sindrome da emofilia:

  • gengive sanguinanti;
  • sanguinamento pesante con ferite ferite;
  • emorragie interne.

Riassumiamo come agire in caso di avvelenamento di una persona con veleno per topi. Se il veleno per topi è inavvertitamente nello stomaco, è necessario indurre il vomito, bere molti liquidi e prendere carbone attivo. Se l'avvelenamento è cronico, non ha senso indurre il vomito e irrigare lo stomaco.

In tutti i casi di avvelenamento dovrebbe consultare un medico per un trattamento medico.

caricamento in corso ...